anniversario-30-carifol

L’anno 2022 per la Fondazione Carifol rappresenta un momento di grande significato: la nostra Fondazione compie 30 anni. Un’età che, proprio come per le persone, stimola una riflessione su quanto finora realizzato, guarda verso il futuro e proietta verso obiettivi e responsabilità importanti.
Da quando è nata, nel 1992, la Fondazione ha attraversato diverse fasi: ha raccolto un’eredità centenaria, quella della Cassa di Risparmio di Foligno che, oltre a quella bancaria, svolgeva attività filantropica fin dal 1858.
Nei suoi primi anni di vita la Fondazione ha definito un metodo con cui operare, all’interno della rete delle 85 Fondazioni di origine bancaria italiane che aderiscono all’ACRI, e si è strutturata attraverso strategie, ambiti di intervento e professionalità capaci di rendere concreta la propria missione. Un’azione che è stata rivolta alle persone, alle comunità, al territorio e che ha permesso di sostenere i progetti degli enti non profit nel territorio di riferimento.
In questi 30 anni la Fondazione Carifol ha contribuito alla realizzazione di oltre 3.000 progetti nel campo dell’Arte e Cultura, Formazione, Istruzione, Salute, Filantropia e Sviluppo locale e per la Ricerca Scientifica, mettendo a disposizione di queste iniziative oltre 35 milioni di euro.
Ma la vera sfida per la Fondazione, oggi più che mai, è saper leggere la realtà e i suoi cambiamenti per imparare continuamente come essere utile e come creare valore per le comunità in un contesto istituzionale, economico-finanziario e soprattutto sociale in costante e rapida evoluzione.
Continuare a farsi vicini alle persone, sostenendo chi opera sul territorio e chi sperimenta nuovi modi di costruire coesione; contrastare le disuguaglianze perché tutti possano avere accesso alle stesse opportunità, nella convinzione che il patrimonio più grande per il Paese sia la singola persona valorizzandone le competenze; sostenere la ricerca e l’innovazione continua per generare conoscenza condivisa e crescita, promuovendo l’arte e la bellezza, senza rinunciare a un nuovo modello di sviluppo sostenibile ove l’ambiente sia un’opportunità. Questo è ciò che ha caratterizzato la mission della Fondazione e lo sguardo con cui vogliamo guardare ai prossimi anni.


Pubblicati i bandi della Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno per il 2022

Confermata anche per il 2022 la sessione dei Bandi a tema che la Fondazione da qualche anno ha avviato in favore del territorio. 

In occasione dei trenta anni di attività della Fondazione Carifol, il Consiglio di Amministrazione ha voluto stanziare nuove risorse per euro 200.000 per tale modalità che consente a diverse realtà, pubbliche e private, di articolare la propria attività progettuale su ambiti individuati e sollecitati dalla stessa Fondazione Carifol con l’obiettivo di dare risposte concrete ad esigenze locali ricadenti all’interno dei settori di intervento dell’ente di palazzo Cattani.

Di seguito, in sintesi, le caratteristiche dei Bandi che sono stati recentemente pubblicati:

Bando Sport

–promuovere il rilevante valore sociale del benessere psicofisico e relazionale aggregativo, con particolare attenzione allo sport di base e al gioco come strumenti indispensabili per una sana crescita e un completo sviluppo della persona;

– superare le differenze, siano esse linguistiche, religiose, culturali, sociali e creare contesti volti al dialogo e all’accoglienza. Un dialogo che nella società civile si fa sempre più complesso, visto che la frammentazione delle relazioni porta a valorizzare l’individualità come centro del mondo e ad acuire le differenze.

Risorse a disposizione euro 50.000

***

 Bando Volontariato

-confermare l’impegno nell’ambito del welfare nella sua più ampia accezione. Ciò in quanto solo una società più equa e solidale che si prende cura delle persone fragili e deboli, di coloro che hanno perso la fiducia e dei giovani, potrà avere la possibilità di prosperare

Risorse a disposizione euro 50.000

***

 Bando Tutela patrimonio storico e artistico

 –concorrere nel prezioso intervento di conservazione dei beni mobili sottoposti a tutela ai sensi del D.lgs. 22/01/2004 n. 42 “Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio”, di rilevante valore storico e culturale, presenti sul territorio dei Comuni dove opera la Fondazione.

-preservare, contro le ingiurie del tempo e dell’incuria, il patrimonio artistico che rappresenta un valore fondamentale; esso rappresenta, infatti, non solo una eredità da tramandare alle generazioni future

Risorse a disposizione euro 50.000

 

 Bando Campus Estivi

–sostenere lo sviluppo di competenze fondamentali scolastiche e di crescita degli allievi, incluse quelle linguistiche, artistiche e di cittadinanza attiva.

-rispondere ai bisogni in modo nuovo ed originale, stabilendo reti e sinergie collaborative, valorizzando le competenze e metodologie con l’obiettivo comune di sostenere gli studenti e le loro famiglie nell’affrontare le fragilità connesse ai percorsi di crescita;

–concorrere a colmare i ritardi e il disagio conseguenti all’isolamento sociale causa emergenza sanitaria da Covid-19, incrementando la possibilità di integrazione sociale dei ragazzi.

Risorse a disposizione euro 50.000 (Bando scaduto in quanto già pubblicato in giugno)

***

Il presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno, Umberto Nazzareno Tonti: 

“Atteso l’apprezzamento che è stato registrato tra i nostri stakeholder in merito a tale modalità di intervento assicurato nel 2021, abbiamo voluto confermare anche per questo esercizio lo strumento dei “Bandi”.

Una forma che ci ha permesso di rinnovare la nostra vicinanza e fiducia alla comunità ponendo alla base di questo percorso l’attenzione ai temi della Persona e del contrasto delle diseguaglianze. Abbiamo voluto rinnovare un forte segnale di sostegno anche alle diverse forme di coesione sociale e di aggregazione, senza rinunciare al tema della tutela del Patrimonio storico artistico e di tutto il tessuto associativo impegnato sui temi dell’assistenza sociale e della filantropia.

Vogliamo perseguire tali obiettivi mettendo a disposizione non solo risorse finanziarie ma anche le nostre competenze e conoscenze offrendo il modello di una Fondazione proattiva, moderna e pronta a dare risposte immediate e flessibili con l’obiettivo di efficientare le risorse e gli interventi.”

 

Per ogni informazione e bandi consultare:

www.fondazionecarifol.it


Online il 'Bando Tutela Patrimonio Storico Artistico 2022'

È online il ‘Bando Tutela Patrimonio Storico Artistico 2022’ della Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno. Per consultarlo: https://www.fondazionecarifol.it/bandi-di-gara/


Online il 'Bando Volontariato 2022'

È online il ‘Bando Volontariato 2022’ della Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno. Per consultarlo: https://www.fondazionecarifol.it/bandi-di-gara/


Presentata la nuova edizione del Festival 'Segni Barocchi'

Si è tenuta nella mattina di giovedì 14 luglio presso la Corte di Palazzo Trinci la conferenza stampa di presentazione della nuova edizione di Segni Barocchi Foligno Festival che si terrà dal 27 agosto al 10 settembre 2022 con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno, per la quale è intervenuto il vicepresidente Sergio Gentili. Il programma della manifestazione include concerti, spettacoli di danza, récital organistici, conferenze, laboratori di danza e canto barocchi, cinema nonché il tradizionale appuntamento con la “Notte Barocca” (sabato 10 settembre).


Inaugurata la mostra “Narrazioni Fiorite. Trittici di Giovanni di Corraduccio per Trevi”

È stata inaugurata sabato 9 luglio presso la Chiesa di San Francesco a Trevi la mostra “Narrazioni Fiorite. Trittici di Giovanni di Corraduccio per Trevi”, promossa dal Comune di Trevi con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno. Di seguito, la fotogallery dell’evento.


Narrazioni Fiorite. Trittici di Giovanni di Corraduccio per Trevi.

Prioritaria tra le finalità di interesse pubblico e di utilità sociale perseguite dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno è la promozione e valorizzazione del patrimonio storico-artistico del territorio in uno con la preservazione dell’identità di una comunità.

Ciò nella convinzione che l’eredità di un nobile passato meriti di essere custodita, conosciuta e messa a frutto per concorrere a ridisegnare il presente e orientare il futuro verso nuovi orizzonti.

In quest’ottica si colloca l’importante operazione culturale voluta e realizzata dal Comune di Trevi rispetto alla quale la Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno non ha voluto far mancare il suo decisivo apporto nella consapevolezza dell’unicità e della raffinata ricerca che sottende l’esposizione, del suo valore in termini artistici e in chiave di ricerca storica.

Un’occasione unica, quindi, che potrà permettere di confrontare alcune tavole narrative di Giovanni di Corraduccio pittore “fulignate” e che rappresenta il frutto della sapiente volontà dell’Amministrazione comunale di Trevi e di un’indagine storica sugli antichi monasteri femminili trevani da cui provengono queste tavole. 

Il Presidente della Fondazione Carifol, Umberto Nazzareno Tonti: 

“Siamo molto soddisfatti di questa sinergia pubblico-privato che ha assicurato una preziosa mostra e spunti per ricerche storico-artistiche e siamo certi che i risultati dell’impegno tenacemente perseguito dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno saranno ancora una volta condivisi ed apprezzati, nel convincimento di lavorare per il bene della collettività e per la crescita culturale delle generazioni future.

Non a caso occorre ricordare la volontà dell’Amministrazione comunale, la disponibilità di collezionisti illuminati, il pregevole lavoro competente ed appassionato del prof. Andrea De Marchi, curatore della mostra e del relativo catalogo, che, con Giulia Mancini e Federico Donnini, ha saputo ricostruire la vicenda e la storia di tali opere d’arte esaltandone il contesto e la funzione. 

Un lavoro corale che troverà la sua consacrazione nella pubblicazione realizzata dalla casa editrice Edizioni Orfini Numeister di Foligno certi dell’importanza della diffusione e conoscenza di un patrimonio e di una ricchezza immateriale da tramandare e preservare.




Mostra “Narrazioni Fiorite. Trittici di Giovanni di Corraduccio per Trevi”

Sabato 9 luglio alle 18.30 presso la Chiesa di San Francesco a Trevi si terrà l’inaugurazione “Narrazioni Fiorite. Trittici di Giovanni di Corraduccio per Trevi”, realizzata con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno. 

 

Giovanni di Corraduccio, pittore fulignate attivo a cavallo fra la fine del Trecento e i primi decenni del Quattrocento, lasciò numerosi affreschi non solo in patria, ma in una più vasta zona appenninica, da Montefalco a Fabriano, da Assisi a Camerino. Fu delicato interprete della stagione tardogo- tica, affabulatore colorito e coinvolgente. Le sue pitture su tavola sono invece decisamente rare. Si tratta di trit- tici dominati dalla dimensione narrativa, alcuni addirittura popolati di storiette, dalla struttura decisamente insolita. Curiosamente ne conosciamo quattro e tutti vengono da Trevi: due sono pezzi essenziali della Pinacoteca comunale presso San Francesco, due appartengono a collezioni priva- te e in via del tutto eccezionale verranno riuniti ai primi due. Il confronto fra queste opere getta uno squarcio di luce sul mondo della spiritualità femminile che ispirò creazioni così originali, perché la loro stessa tipologia, ben radicata in Umbria fin dall’ultimo Duecento è collegata a una funzione riservata ai cori delle monache, a una fruizione ravvicinata, alla loro meditazione e preghiera. Nell’occasione è stata compiuta un’indagine storica sugli antichi monasteri fem- minili trevani da cui provengono queste tavole, un’analisi iconografica capillare di questi trittici e una riconsidera- zione complessiva della figura di Giovanni di Corraduccio.


Annullato incontro di 'Più arte per tutti'

L’appuntamento del ciclo di conferenze ‘Più arte per tutti’ in programma per domani venerdì 1 luglio è stato annullato per sopraggiunta impossibilità del relatore legata alla attuale situazione pandemica. Michela Morelli sarà comunque ospite del Centro Italiano Arte contemporanea per tenere la conferenza programmata con data da destinare.


Presentazione del volume “Franco Antonelli 1929-1994. Un architetto nel suo tempo”

È stato presentato lo scorso 18 giugno all’Auditorium San Domenico il volume “Franco Antonelli 1929-1994. Un architetto nel suo tempo”, un progetto culturale ed editoriale promosso dalla Pro Foligno e dalla Consulta delle Associazioni culturali di Foligno con il sostegno dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno e di Intesa San Paolo. Di seguito alcune foto della giornata.