'Ho deciso di imparare a volare': percorsi di welfare culturale al CIAC e all'ex Chiesa della SS.Annunziata

La Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno conferma il suo impegno a sostegno di azioni volte a promuovere il benessere delle persone e della comunità. Con il progetto “Ho deciso di imparare a volare”, esperti di artiterapie, artisti ed educatori svilupperanno momenti in cui i contenuti artistici e culturali possano raggiungere persone in situazioni di fragilità, disabilità e a rischio emarginazione sociale. L’iniziativa, promossa da Edicola 518 insieme a Cooperativa DENSA, è stata realizzata con il contributo della Regione Umbria (Bando Musei e Welfare Culturale).

Si comincia il 1° dicembre alle 15.00 con un’attività di danza inclusiva aperta a tutte e tutti a cura di Lucia Guarino e Emma Tramontana, per poi proseguire alle 17.00 con un incontro aperto che mette in dialogo buone pratiche di welfare culturale in Italia. Saranno alla SS Annunziata a confrontarsi: Regione Umbria, Palazzo Grassi  e Punta della Dogana (Venezia), Fondazione Palazzo Magnani (Reggio Emilia) che racconteranno il loro progetto realizzato in collaborazione con le Farmacie Comunali Riunite, Teatro Stabile dell’Umbria con il progetto internazionale Dance Well. Al termine dell’incontro il pubblico sarà coinvolto in un’azione sonora circolare intorno alla Calamita Cosmica condotta dalla musicoterapeuta, direttrice della Scuola Civica di Musica, Selargius (Cagliari),  Francesca Romana Motzo e il musicista e musicoterapeuta Stefano Baroni.
Venerdì 2 alle ore 11.00 al CIAC sarà presentato il risultato dell’attività di arteterapia partecipata condotta dalla psicologa e arteterapeuta Redenta Palmioli in collaborazione con l’associazione Liberi di Essere, realtà attiva nel territorio  per la tutela della salute mentale. Nel pomeriggio dalle 18.00 alle 19.00 Romana Motzo conduce alla SS Annunziata una performance sul suono materico per occhi chiusi rivolto a ipovedenti e vedenti.
Sarà sempre la Motzo ad animare la mattina di sabato 3 dicembre al CIAC con un’attività espressiva sonoro-musicale per genitori e bambini da 0 a 12 mesi che si terrà alle ore 16.00 al CIAC.
Ho deciso di imparare a volare si chiuderà domenica 4 dicembre alle ore 16.00 all’Ex Chiesa SS Annunziata con il laboratorio “Tu, un altro me” rivolto a bambini e bambine dai 7 ai 12 anni, condotto da DENSA Coop Soc.


'La collezione d'arte e la sede di Palazzo Cattani': venerdì 2 dicembre, alle 17.30

Venerdì 2 dicembre alle 17.30, presso la sede di Palazzo Cattani verrà presentato il volume dal titolo: ‘La collezione d’arte e la sede di Palazzo Cattani’. Interverrà il Direttore della Galleria Nazionale dell’Umbria Marco Pierini, con un’introduzione del Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno Umberto Nazzareno Tonti.


Piano triennale 2023-2025

L’Organo di Indirizzo ha approvato il nuovo Documento Programmatico Previsionale 2023-2025 relativo all’attività istituzionale della Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno. Per consultarlo: https://bit.ly/3GJ4E1B


30 anni di Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno

Di seguito la fotogallery dell’evento “30 anni – Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno dal 1992 generiamo valore per la comunità” che si è tenuto ieri presso Palazzo Cattani. Sono intervenuti il presidente dell’Ente Umberto Nazzareno Tonti, il presidente dell’Acri e di Fondazione Compagnia di San Paolo prof. Francesco Profumo, e a moderare i lavori, il dott. Nicola Saldutti, caporedattore Economia del Corriere della Sera.


30 anni di Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno

1992-2022: per i suoi primi trent’anni di attività, la Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno, si racconta con un momento di approfondimento; un colloquio-incontro che si terrà il 16 novembre, ore 17,30 presso la propria sede legale di Palazzo Cattani.

Ospite d’eccezione il presidente dell’Acri e di Fondazione Compagnia di San Paolo, il prof. Francesco Profumo.

A moderare i lavori, il dott. Nicola Saldutti, caporedattore Economia del Corriere della Sera.

La serata vuole essere un’occasione per cercare di testimoniare il senso, i valori e l’operato dell’ente che, come è noto, ha raccolto un’eredità centenaria, quella della Cassa di Risparmio di Foligno, che, oltre a quella bancaria, svolgeva attività filantropica fin dal 1858.

E quindi i principi, i ruoli e le strategie a cui si è ispirata con l’obiettivo di rendere concreta la propria mission; poi il metodo che la Fondazione si è data nei suoi primi anni di vita e anche all’interno della rete del sistema Fondazioni di origine bancaria italiane che aderiscono all’ACRI. 

Un’azione importante che può riassumersi in alcuni dati: la Fondazione Carifol, riservando attenzione alle persone, alle istituzioni, al territorio, ha contribuito alla realizzazione di oltre 3.000 iniziative nel campo dell’Arte e Cultura, Formazione, Istruzione, Salute, Filantropia e nell’ambito dello Sviluppo locale e della Ricerca Scientifica, mettendo a disposizione oltre 35 milioni di euro.

Per il presidente della Fondazione Carifol, Umberto Nazzareno Tonti: Certamente nuove sfide attendono la Fondazione che dovrà confermare la sua costante attenzione ed ascolto e dialogo istituzionale, perseguire la sua azione di indipendenza, autorevolezza e qualità, generando valore per le comunità in un contesto istituzionale, economico-finanziario e soprattutto sociale in costante e rapida evoluzione.

Continuare a farsi vicini alle persone, essere al fianco di chi opera per la crescita e per lo sviluppo economico; sperimentare nuovi modi di costruire coesione, contrastare le disuguaglianze perché tutti possano avere accesso alle stesse opportunità, nella convinzione che il patrimonio più grande per il Paese sia la singola persona.

Ed ancora, valorizzare le competenze, sostenendo la ricerca e l’innovazione continua per generare conoscenza condivisa e crescita. Infine, promuovere l’arte e la bellezza, senza rinunciare a un nuovo modello di sviluppo sostenibile ove l’ambiente sia un’opportunità.

Questo è ciò che ha caratterizzato e che caratterizza il metodo della Fondazione e che vuole rappresentare lo sguardo con cui l’ente di Palazzo Cattani e tutti i suoi organi statutari vogliono guardare ai prossimi anni per il raggiungimento del principale obiettivo comune: lo sviluppo economico e sociale, l’uguaglianza e il benessere della comunità.”

Per il presidente di Acri, prof. Francesco Profumo: “In questi mesi le Fondazioni di origine bancaria stanno festeggiando in tutta la Penisola il trentennale dalla loro istituzione. Sono nate, infatti, tra il 1991 e il 1992, in adempimento della cosiddetta “Legge Amato”, che separò l’attività filantropica da quella creditizia delle Casse di Risparmio. Oggi le Fondazioni sono enti privati senza fini di lucro, autonomi e indipendenti che, attraverso l’investimento dei patrimoni di cui dispongono, generano proventi che vengono messi a disposizione delle comunità e del Paese, esclusivamente per scopi di utilità sociale e per la promozione dello sviluppo economico. Così, oggi festeggiamo la Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno, che da trent’anni è attivatore delle energie del suo territorio, stimolando la partecipazione dell’intera comunità allo sforzo collettivo di migliorare le vita delle persone. Perché le Fondazioni non solo erogano risorse, ma dialogano con i territori, attivando partenariati con soggetti pubblici e privati, profit e non profit, per sperimentare pratiche di innovazione sociale, che concorrano a immaginare e a costruire un Paese più bello, giusto, solidale e sostenibile»


16 novembre 2022, Convegno per i 30 anni della Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno

Mercoledì 16 novembre 2022 alle ore 17.30, presso la Sala delle Conferenze di Palazzo Cattani si terrà un convegno per celebrare i primi 30 anni della Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno. A breve, pubblicheremo il programma completo dell’evento.


Premio allo studio 2021/2022

Anche quest’anno la Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno ha voluto confermare l’iniziativa “Premio allo Studio” riservata alle eccellenze tra i neodiplomati delle scuole secondarie superiori della città. Ieri mattina presso Palazzo Cattani, alla presenza del Vice Presidente della Fondazione Sergio Gentili e del Consiglio di Amministrazione, si è tenuta la cerimonia di premiazione. Di seguito l’elenco degli studenti:

          Premio allo studio – Istituti Superiori 

 

ISTITUTO TECNICO TECNOLOGICO “L. DA VINCI”
Strappini Demetrio Meccanica e meccatronica
Vitali Nicola Elettrotecnica – costruzioni
Castellani Federico Informatica
Baffoni Alessandro Informatica
Meniconi Tiziano Meccanica e meccatronica
Sali Jasin Meccanica e meccatronica
Porzi Lisa Biotecnologie sanitarie
ISTITUTO TECNICO ECONOMICO “F. SCARPELLINI”
Angeli Alessia Relazioni internazionali per Marketing
Cesarini Vittoria Relazioni internazionali per Marketing
Cristina Giulia Relazioni internazionali per Marketing
Di Pasquantonio Sara  Relazioni internazionali per Marketing
Dzezairi Anisa Relazioni internazionali per Marketing
Galben Maria Giulia Relazioni internazionali per Marketing
Jakaj Emanuele Sistemi informatici Aziendali
Pacioselli Ludovica Turismo
Pucci Valentina Relazioni internazionali per Marketing
Tordoni Veronica Relazioni internazionali per Marketing
Zoppi Noemi Relazioni internazionali per Marketing
Zucchini Camilla Relazioni internazionali per Marketing
LICEO CLASSICO “F. FREZZI – B. ANGELA”
Bagnoletti Tini Maria Linguistico
Ballarani Giulia Ec. Sociale 
Canfarini Daniel Classico
Casini Irene Classico
Cedroni Clara Maria Linguistico
Chiaraluce Jacopo Classico
Filippucci Giorgia Sc. Umane
Franquillo Angela Linguistico 
Mattoni Fiorenza Linguistico
Mirza Cristina Linguistico 
Palini Alessandro Ec. Sociale
Patalocco Elena Classico
Perugini Bianca Classico
Raneri Isabel Classico 
Rossini Rachele Classico
Sforna Annalisa Ec. Sociale
Valentini Sara Classico
LICEO SCIENTIFICO, ARTISTICO, SPORTIVO STATALE “G. MARCONI”
Fiavoni Elena Scientifico 
Rosi Sasha Scientifico
Antonini Agnese Scientifico
Cecchini Matteo Scientifico
Coresi Federico  Scientifico
Verdolini Susanna Scientifico
Lucaj Klaudia Scientifico
Ramazzotti Andrea Scientifico – Scienze applicate
Cecchini Irene Scientifico – Scienze applicate
Favaroni Martina Scientifico – Scienze applicate
Francesconi Sofia Scientifico – Potenziamento Internazionale
Proietti Elena Scientifico – Potenziamento Internazionale 
Infante Rita Maria Scientifico – Potenziamento Internazionale
Trasciatti Sofia Scientifico – Potenziamento Internazionale
ISTITUTO PROFESSIONALE “E. ORFINI”
Flore Denis Emanuel Odontotecnico 
Di Arcangelo o Arcangeli Giulia Servizi Sociali 


Pino Pascali: Scultura, illusioni e postmodernismo. Venerdì 11 novembre al CIAC.

Venerdì 11 novembre al CIAC alle ore 17.30 si terrà presso il CIAC l’incontro dal titolo “Pino Pascali: Scultura, illusioni e postmodernismo”. Interverranno Italo Tomassoni (Direttore Artistico CIAC) e Marco Tonelli (Critico e Storico dell’Arte).


Domenica 6 novembre, torna INNESTI LAB

Per me costruire significa liberarsi per cercare di vedere se stesso dal di fuori (nell’atto) di modificarsi, raddoppiare, triplicare rimpicciolirsi, distruggersi, riproporsi, modificarsi, identificarsi.

Pino Pascali

In occasione della mostra presente al CIAC, “Pino Pascali la zoologia domestica dei bachi da setola“, INNESTI Lab, partendo dalle parole dell’artista, per il sesto e settimo appuntamento, vuole accendere uno spazio di riflessione e gioco sui temi della sostenibilità del futuro delle nostre città, come è vissuto dai bambini di oggi? Perché non ascoltare proprio loro per immaginare e costruire il futuro prossimo?

Beneficiari: Laboratorio rivolto a bambine e bambini nella fascia d’età compresa tra 8 e 12 anni

Data: Domenica 6 novembre 2022

Luogo: CIAC, Centro Italiano Arte Contemporanea

Orario: dalle ore 16:00

Info: +39 351 768 1883

Email: educazione@ciacfoligno.it


Video-incontro con l'artista Eleonora Rinaldi

In questo video, l’artista Eleonora Rinaldi introduce la sua opera ‘Is a Gheisha’s virginity for sale?’ (2014), facente parte della Raccolta di Arte Contemporanea di proprietà della Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno.